IndiceFAQCercaRegistratiLista UtentiGruppiAccedi

Condividi | 
 

 Le beatitudini

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Charlie

Charlie

Maschio Numero di messaggi : 116
Età : 39
Città : Firenze
Data d'iscrizione : 27.11.07

MessaggioTitolo: Le beatitudini   Gio Dic 20, 2007 10:45 pm

Approfitto del video passato ieri dal G (per altro molto ben fatto) per chiedere il vostro parere su quella che secondo me è una delle più belle canzoni mai scritte, sebbene semi-sconosciuta: Le beatitudini di Rino Gaetano.
Ho sempre trovato il testo assolutamente geniale: una perfetta armonia di serietà e ironia, senso e non sense, temi alti e piccolezze quotidiane che si fondono perfettamente... poche canzoni riescono come questa a suscitarmi ad ogni strofa un’emozione diversa: e mi ritrovo a sorridere, a pensare, a commuovermi, tutto con grande leggerezza.
La cosa straordinaria è che questa complessità e profondità Rino la ottiene con una semplicità estrema: un testo di poche parole, essenziali, su una musica altrettanto semplice. Ho sempre pensato che questa sia la dimostrazione di come la genialità non abbia bisogno di tanti strumenti per esprimersi: chi sostiene che “le note sono sette” e “le belle musiche sono già state scritte tutte” non ha mai ascoltato Le beatitudini. Se lo facesse, scoprirebbe che bastano pochi accordi e molta fantasia per creare un capolavoro.


Beati sono i santi
i cavalieri e i fanti
beati i vivi e i morti
ma soprattutto i risorti.

Beati sono i ricchi
perché hanno il mondo in mano
beati i potenti e i re
beato chi è sovrano.

Beati i bulli di quartiere
perché non sanno quello che fanno
e i parlamentari ladri
che sicuramente lo sanno.

Beata è la guerra
chi la fa e chi la decanta
ma più beata ancora è
la guerra quando è santa.

Beati i bambini
che sorridono alla mamma
beati gli stranieri
e il soufflé di panna.

Beati sono i frati,
beate anche le suore
Beati i premiati
con le medaglie d'oro.

Beati i professori
beati gli arrivisti
i nobili e i padroni
specie se comunisti.

Beata la frontiera
beata la Finanza
beata è la fiera
e ogni circostanza.

Beata la mia prima donna
che m’ha preso ancora vergine
beato il sesso libero
se entro un certo margine.

Beati i sottosegretari e i sottufficiali.

Beati i sottoaceti
che ti preparano al cenone
beati i critici e gli esegeti
di questa mia canzone.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
lucaf

lucaf

Numero di messaggi : 8
Età : 34
Data d'iscrizione : 19.12.07

MessaggioTitolo: Re: Le beatitudini   Gio Dic 20, 2007 11:03 pm

si sono d'accordo anche io con quanto detto dal nostro dolce amaro odiato...amico G!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
 
Le beatitudini
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Per il G :: Musica-
Vai verso: