IndiceFAQCercaRegistratiLista UtentiGruppiAccedi

Condividi | 
 

 Cosa ne pensate della censura?

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Barbara

Barbara

Femmina Numero di messaggi : 52
Età : 34
Città : Firenze
Data d'iscrizione : 11.12.07

MessaggioTitolo: Cosa ne pensate della censura?   Mar Dic 18, 2007 2:33 pm

Alla luce delle battaglie storiche che ci sono state nel passato contro la censura, e di quello che accade oggi in Italia, cosa ne pensate della censura?
E' sbagliata a priori..
E' giusta in determinati contesti, e se si quali...
Sarei molto curiosa di sapere la vostra opinione al riguardo.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Sblindo

Sblindo

Numero di messaggi : 210
Età : 37
Città : Prato
Data d'iscrizione : 27.11.07

MessaggioTitolo: Re: Cosa ne pensate della censura?   Mar Dic 18, 2007 3:52 pm

Barbara ha scritto:
Alla luce delle battaglie storiche che ci sono state nel passato contro la censura, e di quello che accade oggi in Italia, cosa ne pensate della censura?
E' sbagliata a priori..
E' giusta in determinati contesti, e se si quali...
Sarei molto curiosa di sapere la vostra opinione al riguardo.

Quando si parla di censura si intende un concetto generico che di per se non è del tutto sbagliato, infatti per censura si intende semplicemente il controllo della comunicazione verbale o di altre forme di espressione. La censura secondo me diventa sbagliata nel momento in cui viene fatta per scopi politici (tipo la censura fascista) come si può vedere oggi in RAI, ma ritengo che sia giustissima quando il censurato si è reso protagonista di reati, di incitazione alla delinquenza, di limitazioni della libertà altrui (attribuendosi anche lo status di censore politico) e soprattutto quando fa uso della propria libertà di opinione e di parola in modo distorto, perseguendo magari dei secondi fini quali la diffamazione di terzi o la distorsione della realtà, sia essa contemporanea o storica. Con questo non voglio dire che non debbano essere ammesse interpretazioni "alternative" di fatti avvenuti nel passato, ma che non è tollerabile inventarsi fatti mai accaduti o negare fatti evidenti.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.perilg.it
Barbara

Barbara

Femmina Numero di messaggi : 52
Età : 34
Città : Firenze
Data d'iscrizione : 11.12.07

MessaggioTitolo: Re: Cosa ne pensate della censura?   Mer Dic 19, 2007 2:51 pm

grazie Sblindo per la risp Wink
altre opinioni ?
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
lucaf

lucaf

Numero di messaggi : 8
Età : 34
Data d'iscrizione : 19.12.07

MessaggioTitolo: Re: Cosa ne pensate della censura?   Mer Dic 19, 2007 3:18 pm

Ho approfondito molto la questione "censura" nel corso dei miei studi di scienze politiche.
Reputo la censura negativa.Qualunque sia il motivo per il quale la si applichi.E' gravissima quella di regime,è grave quela politica,quella di opinione.Niente,a mio avviso,andrebbe censurato.Il parlare libero,il parlar critico,la polemica,la discussione fanno parte della democrazia.Anche l'offesa va tollerata,perchè ci mostra quanto il nostro "dibattente" sia in fallo.Nostri antenati hanno combattutto,qualcuno perdendo la vita,per poter parlar libero.Oggi non possiamo cancellare le loro lotte.L'informazione deve essere libera,ognuno deve,e può per legge(in teoria),poter dire la propria idea,poterla srivere,mostrarla agli altri.L'offesa,ripeto,mostra l'inferiorità di colui che la formula(inoltre ne risponderà in sede legale..).
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Sblindo

Sblindo

Numero di messaggi : 210
Età : 37
Città : Prato
Data d'iscrizione : 27.11.07

MessaggioTitolo: Re: Cosa ne pensate della censura?   Mer Dic 19, 2007 3:59 pm

lucaf ha scritto:
Ho approfondito molto la questione "censura" nel corso dei miei studi di scienze politiche.
Reputo la censura negativa.Qualunque sia il motivo per il quale la si applichi.E' gravissima quella di regime,è grave quela politica,quella di opinione.Niente,a mio avviso,andrebbe censurato.Il parlare libero,il parlar critico,la polemica,la discussione fanno parte della democrazia.Anche l'offesa va tollerata,perchè ci mostra quanto il nostro "dibattente" sia in fallo.Nostri antenati hanno combattutto,qualcuno perdendo la vita,per poter parlar libero.Oggi non possiamo cancellare le loro lotte.L'informazione deve essere libera,ognuno deve,e può per legge(in teoria),poter dire la propria idea,poterla srivere,mostrarla agli altri.L'offesa,ripeto,mostra l'inferiorità di colui che la formula(inoltre ne risponderà in sede legale..).

E sulla travisazione della realtà come la pensi?
Poi per quanto riguarda le offese non sono d'accordo, perchè se tali offese vengono veicolate tramite un organo di stampa (giornali, TV, ecc) o comunque uno spazio di cui altri sono responsabili si configura un reato per il quale risponde anche il proprietario o il responsabile di tale mezzo di diffusione, per cui esso ha tutto il diritto di tutelare la propria integrità legale censurando chi diffama.
Parlare libero è un concetto molto diverso dal turpiloquio che, secondo la legge, è vietato e costituisce un illecito, per cui non è esatto sostenere che la legge permette di esprimere le proprie idee per mezzo di offese o metodi diffamatorii. Purtroppo non sono a conoscenza di lotte per la liberalizzazione del turpiloquio per le quali persone si siano esposte fino a perdere la vita, puoi farmene un esempio?
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.perilg.it
lucaf

lucaf

Numero di messaggi : 8
Età : 34
Data d'iscrizione : 19.12.07

MessaggioTitolo: Re: Cosa ne pensate della censura?   Mer Dic 19, 2007 4:11 pm

penso che "trvisare" la realtà sia soggettivo.Ci sono molte cose che per te possono esser in un modo e per me in un altro,soprattutto riferendosi ad opinioni.Se mi dici "quello è morto" ed è morto sul serio e io ti dico "è vivo"..beh allora sto travisando la realtà.Ma se mi dici "la libertà per me è..." io ti posso dire "no,la libertà è..".Non so se mi son spiegato.
Non ho ma idettoche qualcuno è morto per liberalizzare il torpiloquio.C'è un punto tra la mia affermazione precedente e quella successiva.Dicevo che ci son stati antenati che hanno lottato per liberalizzare l'opinione e la libertà di parola.La rivoluzione francese è stato il primo storico esempio.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Veronica



Femmina Numero di messaggi : 2
Età : 32
Città : Ponticino
Data d'iscrizione : 16.12.07

MessaggioTitolo: Re: Cosa ne pensate della censura?   Mer Dic 19, 2007 4:16 pm

Ciao a tutti!

se devo essere drastica dico solo che per me la censura è sbagliata.. poi ovviamente ci si dovrebbe attenere a un linguaggio il più possibile corretto..perchè il rispetto dlele opinioni altrui è fondamentale a mio avviso!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Barbara

Barbara

Femmina Numero di messaggi : 52
Età : 34
Città : Firenze
Data d'iscrizione : 11.12.07

MessaggioTitolo: Re: Cosa ne pensate della censura?   Mer Dic 19, 2007 4:18 pm

Si è vero, nel 600' l'Europa era piena di stampatori che non avevano il privilegio regio per la stampa e non potendo pubblicare i loro "fogli" (all'epoca non si chiamavano giornali) dovevano evadere in paesi in cui non c'era la censura come l'Olanda. In questo senso si può parlare di persone che hanno rischiato la propria vita per la libertà di stampa (ergo libertà di pensiero diverso da quello del regime), perchè dovevano stampare clandestinamente in altri paesi, altrimenti ci avrebbero rimesso la vita.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Sblindo

Sblindo

Numero di messaggi : 210
Età : 37
Città : Prato
Data d'iscrizione : 27.11.07

MessaggioTitolo: Re: Cosa ne pensate della censura?   Mer Dic 19, 2007 4:24 pm

lucaf ha scritto:
penso che "trvisare" la realtà sia soggettivo.Ci sono molte cose che per te possono esser in un modo e per me in un altro,soprattutto riferendosi ad opinioni.Se mi dici "quello è morto" ed è morto sul serio e io ti dico "è vivo"..beh allora sto travisando la realtà.Ma se mi dici "la libertà per me è..." io ti posso dire "no,la libertà è..".Non so se mi son spiegato.

Si ora è più chiaro, ma alla luce di questa precisazione a maggior ragione sostengo che se uno dice "quello è vivo" (per restare sul tuo esempio) mentre in realtà è morto, sia giusto censurare colui che descrive fatti mai accaduti spacciandoli per veri. Non sei d'accordo?

lucaf ha scritto:

Non ho ma idettoche qualcuno è morto per liberalizzare il torpiloquio.C'è un punto tra la mia affermazione precedente e quella successiva.Dicevo che ci son stati antenati che hanno lottato per liberalizzare l'opinione e la libertà di parola.La rivoluzione francese è stato il primo storico esempio.

Si ma quindi pensi che offendere rientri nel diritto alla libertà di parola? Non mi è chiaro.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.perilg.it
Sblindo

Sblindo

Numero di messaggi : 210
Età : 37
Città : Prato
Data d'iscrizione : 27.11.07

MessaggioTitolo: Re: Cosa ne pensate della censura?   Mer Dic 19, 2007 4:27 pm

Barbara ha scritto:
Si è vero, nel 600' l'Europa era piena di stampatori che non avevano il privilegio regio per la stampa e non potendo pubblicare i loro "fogli" (all'epoca non si chiamavano giornali) dovevano evadere in paesi in cui non c'era la censura come l'Olanda. In questo senso si può parlare di persone che hanno rischiato la propria vita per la libertà di stampa (ergo libertà di pensiero diverso da quello del regime), perchè dovevano stampare clandestinamente in altri paesi, altrimenti ci avrebbero rimesso la vita.

Su questo son d'accordo, ognuno deve avere il diritto di poter esprimere le proprie opinioni e le proprie idee.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.perilg.it
Charlie

Charlie

Maschio Numero di messaggi : 116
Età : 39
Città : Firenze
Data d'iscrizione : 27.11.07

MessaggioTitolo: Re: Cosa ne pensate della censura?   Mer Dic 19, 2007 4:41 pm

Io credo che il punto fondamentale sia distinguere fra i diversi tipi di censura. Facendo una separazione molto genrica e grossolana, direi che fondamentalmente ne esistono due tipi: quella d'opinione e quella morale. La prima colpisce COSA si dice, la seconda il COME.

Credo che in certi casi la censura morale sia necessaria: è quella che impedisce, ad esempio, di trasmettere in tv programmi considerati volgari, violenti o pornografici, o a limitarne la messa in onda in certi specifici orari. In casi come questo credo che, paradossalmente, la censura serva a difendere la libertà di tutti impedendo quella di alcuni, censurando appunto quelle scene che offendono il comune senso del pudore. Ovviamente poi la defnizione di "comune senso del pudore" è altrettanto complicata, e necessiterebbe di un dibattito a sé...

La censura d'opinione è invece deprecabile in ogni situazione, perché impedisce la libertà di espressione. Colpisce le idee indipendentemente dalla forma, al solo scopo di impedirne la diffusione. Il più classico degli esempi di questo tipo è la censura politica dei regimi totalitari, in cui chi governa impedisce all'opposizione di esprimere il proprio dissenso.

Ovviamente tutto questo è molto più semplice (ma neanche tanto) da definire in teoria, mentre nella pratica i confini fra i vari tipi di censura sono molto labili e difficili da definire. Il semplice fatto che in questa discussione ognuno di noi abbia un concetto differente di "censura" dimostra nel suo piccolo quanto il tema sia delicato e controverso.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Sblindo

Sblindo

Numero di messaggi : 210
Età : 37
Città : Prato
Data d'iscrizione : 27.11.07

MessaggioTitolo: Re: Cosa ne pensate della censura?   Mer Dic 19, 2007 4:46 pm

Charlie ha scritto:
Io credo che il punto fondamentale sia distinguere fra i diversi tipi di censura. Facendo una separazione molto genrica e grossolana, direi che fondamentalmente ne esistono due tipi: quella d'opinione e quella morale. La prima colpisce COSA si dice, la seconda il COME.

Credo che in certi casi la censura morale sia necessaria: è quella che impedisce, ad esempio, di trasmettere in tv programmi considerati volgari, violenti o pornografici, o a limitarne la messa in onda in certi specifici orari. In casi come questo credo che, paradossalmente, la censura serva a difendere la libertà di tutti impedendo quella di alcuni, censurando appunto quelle scene che offendono il comune senso del pudore. Ovviamente poi la defnizione di "comune senso del pudore" è altrettanto complicata, e necessiterebbe di un dibattito a sé...

La censura d'opinione è invece deprecabile in ogni situazione, perché impedisce la libertà di espressione. Colpisce le idee indipendentemente dalla forma, al solo scopo di impedirne la diffusione. Il più classico degli esempi di questo tipo è la censura politica dei regimi totalitari, in cui chi governa impedisce all'opposizione di esprimere il proprio dissenso.

Ovviamente tutto questo è molto più semplice (ma neanche tanto) da definire in teoria, mentre nella pratica i confini fra i vari tipi di censura sono molto labili e difficili da definire. Il semplice fatto che in questa discussione ognuno di noi abbia un concetto differente di "censura" dimostra nel suo piccolo quanto il tema sia delicato e controverso.

Quoto in pieno.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.perilg.it
Giobbino



Numero di messaggi : 5
Età : 34
Data d'iscrizione : 09.12.07

MessaggioTitolo: Re: Cosa ne pensate della censura?   Mer Dic 19, 2007 6:21 pm

Barbara ha scritto:
Alla luce delle battaglie storiche che ci sono state nel passato contro la censura, e di quello che accade oggi in Italia, cosa ne pensate della censura?
E' sbagliata a priori..
E' giusta in determinati contesti, e se si quali...
Sarei molto curiosa di sapere la vostra opinione al riguardo.

Per me la censura è sbagliata sempre e cominque... fosse per me ci sarebbe libertà d'opinione e di stampa TOTALE.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Cosa ne pensate della censura?   

Torna in alto Andare in basso
 
Cosa ne pensate della censura?
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Per il G :: Attualità e cronaca-
Vai verso: